Mara Van Wees Installazioni

Mara Van Wees

Installazioni ispirate dal luogo

Il lavoro di Mara Van Wees si può inserire nel filone degli sviluppi dell’arte concettuale, in quella corrente definita arte ecologica il cui punto di partenza si identifica nel valore della natura e dell’ambiente depurati da qualsiasi stratificazione culturale a favore della loro elementarità primaria, in tale orientamento sono comprese le tendenze stesse espresse dalla land art e dalla earth-art, più strettamente connesse all’arte del paesaggio e all’arte della terra.

I materiali naturali –pietra, terra, legni, etc.-, vengono portati all’interno di gallerie d’arte o inseriti in ambienti naturali creando situazioni di dissonanza, di integrazione o di valorizzazione dei contesti e dei luoghi che vengono così estrapolati, circoscritti, contrassegnati o addirittura negati, “nascondendoli” per riaffermarne il significato vitale sotto nuove vedute.

Nel caso dell’opera di Van Wees, la direzione espressiva mira a una composizione trascritta in forme primarie, di tipo geometrico realizzata con materiali durevoli sottoposti a tagli regolari e disposti entro una struttura di tipo logico quasi a determinare una materializzazione di concetti astratti basati sul ritmo, sulla lucentezza e sul contrasto cromatico ed espressi in forme minimali mentre in altre situazioni l’artista ha evocato attraverso l’uso e la disposizione della materia la realtà culturale e ambientale del contesto collocativo come nel caso del suo intervento nel vicino territorio di Vulci.

Annunci