Alessandro Cirillo

Alessandro_Cirillo_Genos_fest etruria 4 web

L’emblematica quotidianità nelle immagini di Alessandro Cirillo

Senza rapporti dimensionali, su fondi screziati che alludono ad evanescenti tappezzerie, vecchi interni o pareti di sapore pompeiano, compaiono oggetti di vita quotidiana: bicchieri comuni, boccette di smalto, matite, brocche, orologi, l’interruttore elettrico con il suo filo a vista o le pagine di un libro aperto.

Alessandro_Cirillo_Genos_fest etruria 2 web

A questi elementi simbolici di rituali domestici ormai frammentati e galleggianti quasi a scandire un tempo irrecuperabile, si frappongono elementi di tipo naturalistico –  fiori, conchiglie, frutti, uccelli – o parti del corpo umano –  piedi e mani preposti al movimento, all’azione ed alla gestualità ma ora stranamente fermi –  se non presenze figurali più ampie come sagome in contro luce che vengono a combinarsi con gli oggetti e i fondali creando atmosfere dal sapore illogico e fortemente evocativo.

Alessandro_Cirillo_Genos_fest etruria 3 web

L’uso del bianco e nero accentua il valore astrattivo dell’immagine conferendo richiami di antichità a elaborazioni visuali e concettuali altamente complesse basate sul gioco delle trasparenze, delle dissolvenze, e delle screpolature che vengono a produrre piani spaziali stratificati dove le cose, le persone, la natura e la rappresentazione stessa divengono l’immagine del tempo della memoria e del sogno in un passaggio dallo ieri all’oggi di cui l’anello all’anulare trova sintomatico pendant nell’anello al dito del piede o dove la figura della bambina con il pallone e il vestitino datato corrisponde a quella della giovane in minigonna appoggiata su un grande bicchiere trasparente quasi fosse un moderno sgabello kartell.

Sito web di Alessandro Cirillo

 

Annunci