Castel del Monte in Puglia panorama con campo in primo piano e castello sullo sfondo su collina
arti visuali, fotografia, scultura

Al via il Festival Etruria Espressività

Castel del monte 6207 copia

Da lunedì 23 luglio a martedì 31 luglio 2018 si terrà presso gli spazi delle ex scuderie farnesiane di Capodimonte (Viterbo), sul lago di Bolsena, la prima manifestazione legata alle arti visuali in cui saranno presenti autori contemporanei di varia estrazione e rappresentanti di varie tendenze.

Larga parte dell’iniziativa è dedicata al linguaggio fotografico che sempre più anche in Italia ha acquisito un proprio spazio significativo nel panorama dell’arte e della cultura.

Il contatto diretto con il mondo della natura attraverso la veduta e il paesaggio viene espresso dalle pennellate cromatiche di Nicola Amato, fotografo di vasta esperienza professionale, con particolare riferimento ai luoghi della Puglia divenute icone attraverso collane di pubblicazioni specializzate dedicate a tale Regione.

Si passa poi alle interpretazioni della natura stessa attraverso l’immagine delle donne

nudo di donna in ambientazione oprientale
nudo di donna in ambientazione orientale di Patrick Nicholas

nelle fotografie dell’inglese Patrick Nicholas in cui i luoghi, i boschi e le acque che caratterizzano il territorio della Tuscia si integrano con l’elemento femminile, ricreando scenari con emblematiche presenze in contesti mimetici dal sapore ironico.

Secondo una tendenza contemporanea basata

riflessi della luce sull'acqua in inverno opera da foto di Bruno Paolo Benedetti
riflessi della luce sull’acqua in inverno opera da foto di Bruno Paolo Benedetti

sul trattamento dell’immagine alle costruzioni della serie di Bruno Paolo Benedetti dove linee e campiture cromatiche si intersecano in movimenti, moduli, ripercussioni ritmiche che richiamano il mondo dei frattali.

foto di archeologia di Luciano Zuccaccia
foto di archeologia di Luciano Zuccaccia

Ancora poi il lavoro archeologico formale in bianco e nero di Luciano Zuccaccia dal sapore esotico ed essenziale circoscritto nelle aree della Persia scolpendo tramite la luce simboli visuali legati a una cultura classica.

Infine si approda alle vena dell’illusione, dell’ironia e del non senso che le opere scultoree di Francesco Granito rimandano esposte insieme alle criptiche installazioni di Rosemarie Sansonetti nelle quali il peso del materiale si alleggerisce nella forma espressiva facendo emergere così l’abilità tecnica nella rappresentazione concettuale.

L’organizzazione del festival è a cura dell’Assocazione A.R.Co.S.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...